Zafferano, spezia dall’aroma intenso e dal gusto deciso 

Siete intenzionati a preparare una cenetta afrodisiaca per festeggiare San Valentino? Allora, tra gli ingredienti base del vostro menù non potrà mancare lo zafferano. Considerato un antidepressivo naturale, stimola la produzione di dopamina, noradrenalina e serotonina, neurotrasmettitori che stimolano il buon umore e… accendono il desiderio. Già nella mitologia greca lo zafferano veniva utilizzato dal dio Ermes per risvegliare la voglia di amore tra le coppie.

Del resto, la storia di questa spezia che si ricava dagli stimmi dei fiori delcocrus dativos” affonda in secoli lontani. Originaria dell’Oriente, la pianta da cui viene prodotto è oggi coltivabile facilmente anche ai nostri climi e latitudini, persino sui balconi delle case.

Lo zafferano, che deriva il suo nome dal latino “sofranum”, è inconfondibile per il suo aroma intenso, per il gusto deciso, ma soprattutto per il coloro giallo-oro, dovuto alla presenza di carotenoidi, che hanno la funzione sostanziale di proteggere le cellule, ma che ne hanno suggerito l’uso anche nella lavorazione dei tessuti. Sono molto i benefici associati a questo vero e proprio “toccasana” naturale: oltre a quelli già citati di spezia antidepressiva e anti stress, ha proprietà digestive e metaboliche e aiuta inoltre l’apparato circolatorio andando a diminuire la pressione sanguigna. 

In cucina lo zafferano può essere impiegato per qualsiasi preparazione, dal risotto alla carne fino ai dolci.

I commenti sono chiusi.

Esplora